Il sedentario e il nomade

di aeroporto2

Il nomade s’orpella di gioielli
Incide la strada come l’oro
Liscia i contorni cesellando le fermate

È, il tragicomico sedentario un tram
Trascorre nel binario la sua accelerata
Affidando al caso l’evento
Carico di pietre angolari
S’incasella nel cubo
Tra le ringhiere sbatte i tacchi  al cielo
Crede, la steppa
Nuvole fatte cavalli
S’inchina  alle tapparelle

Da: “I quaderni dell’Impostore”

P1020963

Annunci